fbpx

IL GRANDE LIBRO DEI DINOSAURI e animali preistorici

AUTORE:
EDITORE: GULLIVERSTORE
COLLANA: BAMBINI
COPERTINA: FLESSIBILE
N. PAGINE: 96
ETA' CONSIGLIATA: DAI 9 ANNI

CODICE LIBRO: 9788898977659

GRANDE LIBRO DEI DINOSAURI e animali preistorici

In questo libro troverai tanti approfondimenti  e curiosità sui giganti che popolarono la terra.

Un panorama sugli animali primitivi che hanno dominato la Terra prima dell’arrivo dell’uomo: dagli organismi unicellulari ai primati, passando per quello che è a tutt’oggi considerato il grande enigma della comparsa dei dinosauri e della loro successiva estinzione.

Entra in questo favoloso mondo, pieno di illustrazioni, che va dala nascita della vita  ai dinosauri e animali nel loro habitat.

Il mondo dei dinosauri ha affascinato tutto il mondo e tutte le generazioni, basti pensare al colosso indiscusso cinematografico di  Jurassic Park.  Ha  vinto tre Oscar ed altri numerosi premi. Durante la prima distribuzione nelle sale cinematografiche il film incassò 920 milioni di dollari, diventando il maggior successo cinematografico del 1993 e il film maggiore incasso della storia del cinema, record che verrà battuto nel 1997 da Titanic. Jurassic Park è il capostipite di un franchise di film e altri media, tra i quali quattro sequel: Il mondo perduto – Jurassic Park (1997), Jurassic Park III (2001), Jurassic World (2015) e Jurassic World – Il regno distrutto (2018).

I “Giganti della Preistoria” sono infatti in grado di affascinare e appassionare soprattutto i bambini piccoli (dai 3 ai 10 anni), fino al punto da diventare quasi un’ossessione per circa un bambino su tre, che arriva a conoscerne a memoria nomi, caratteristiche, alimentazione.

Una passione così particolare, da non poter essere ignorata dalla scienza. Dagli studi svolti, è di fatto emerso un impatto positivo sullo sviluppo cognitivo dei bambini che nutrono un interesse così profondo verso qualcosa, in particolar modo verso i dinosauri. Quando un bambino gioca con animali estinti, si relaziona a figure assenti nella sua quotidianità. Ha, dunque, bisogno di reperire informazioni attraverso una ricerca attiva e approfondita. Di conseguenza, è invogliato a leggere (o farsi leggere) di più sull’argomento, a porsi domande, stimolando la propria curiosità e immaginazione. Questi comportamenti permettono di sviluppare un’intelligenza superiore alla media.

Avere la passione per i dinosauri, dunque, ci rende più intelligenti.

9,00

Descrizione

dinosauri  sono un gruppo di  sauropsidi diapsidi molto diversificati comparsi durante il Triassico superiore (circa 230 milioni di anni fa) molto probabilmente nel super-continente Gonwana, nella parte che oggi è l’ America Meridionale. Furono gli animali dominanti durante l’Era mesozoica ma la maggior parte delle specie si estinse alla fine di tale era. Oggi il clade Dinosauria è rappresentato dagli uccelli neorniti, diffusi in tutto il mondo.

I dinosauri sono un gruppo di animali molto diversificato: i soli uccelli censiti contano oltre 9 000 specie. Basandosi sui fossili i paleontologi hanno identificato oltre 500 generi distinti e più di 1 000 specie di dinosauri non aviani. I dinosauri sono rappresentati su ogni continente sia da specie fossili sia da specie attuali (gli uccelli). Alcuni dinosauri erano erbivori, altri carnivori. Molti di essi erano bipedi, mentre altri erano quadrupedi o semibipedi. Molte specie possiedono elaborate strutture “da parata”, come corna e creste (tra i gruppi maggiori ci sono Cerapoda, Ceratosauria, Ornithomimosauria e moltissimi uccelli odierni), e alcuni gruppi estinti svilupparono anche modificazioni scheletriche come armature d’osso e spine (Thyreophora e Marginocephalia). I dinosauri aviani sono i vertebrati volanti dominanti fin dall’estinzione degli pterosauri e le prove suggeriscono che tutti i dinosauri costruissero nidi e deponessero uova, così come fanno gli uccelli odierni. I dinosauri variavano molto in taglia e peso: i più piccoli teropodi adulti erano lunghi meno di un metro, mentre i più grandi dinosauri sauropodi potevano raggiungere lunghezze di quasi cinquanta metri ed erano alti decine di metri.

La parola dinosauro, coniata dopo i primi ritrovamenti fossili e il riconoscimento che si trattava di resti di rettili, significa “lucertola mostruosa”, tuttavia i dinosauri non sono filogenicamente né lucertole né tantomeno rettili nell’accezione scientifica moderna, costituendo un gruppo ben separato.Il termine dinosauro è anche usato estensivamente, ma non correttamente sul piano tassonomico, per indicare ogni grande rettile vissuto nel Paleozoico e nel Mesozoico, come il pelicosairo Dimetrodon, gli pterosauri alati e gli acquatici ittiosauri, plesiosauri, mosasauri. Fino alla prima metà del Novecento gran parte della  comunità scientifica riteneva che i dinosauri fossero lenti, poco intelligenti e a sangue freddo. Numerose ricerche a partire dagli anni settanta hanno però indicato che i dinosauri erano animali attivi con un elevato metabolismo e numerosi adattamenti per l’interazione sociale.